suburriccu@email.it 
home

Chi siamo

Contatti

Archivio Notizie Posta
Enrico Berlinguer e la sempre attuale "Questione morale"
"Enrico Berliguer. casa per casa strada per strada. La politica delle idee" a cura di P. Farina

Il Pci ribadisce che l'impegno tassativo e urgente per tutta la nazione è di far fronte con rapidità e con la mobilitazione di tutte le risorse alle esigenze drammatiche di soccorso e di solidarietà con le popolazioni colpite dal terremoto. Per questo obbiettivo tutte le organizzazioni e i militanti comunisti continueranno a fare in pieno il loro dovere, senza riserve, con grande spirito unitario e in collaborazione con i poteri pubblici e gli organi di governo ai quali è demandato il compito di coordinare tutti gli interventi nelle zone terremotate.

Il Pci è tuttavia ben consapevole che la vicenda tragica del terremoto, all'indomani delle risposte deludenti e negative del governo di fronte alla catena di scandali, di deviazione negli apparati dello Stato e di intrighi di potere, ha fatto emergere con estrema acutezza i problemi della efficienza, della corretezza e della moralità della direzione politica.

Il paese è profondamente colpito da questi comportamenti; sono sempre più manifesti la sfiducia e lo sdegno. Ciò è emerso anche nel discorso del Presidente della Repubblica. La verità è che tutto ciò chiama in causa non semplicemente le responsabilità di uno più ministri, o dell'attuale governo, ma un sistema di potere, una concezione e un metodo di governo che hanno generato e generano di continuo inefficienza e confusioni nel funzionamento degli organi dello Stato, corruttele e scandali nella vita dei partiti governativi, omertà e impunità per i responsabili.

La questione morale è divenuta oggi la questione nazionale più importante. E' impensabile infatti, governare il paese e risolvere i problemi che lo assillano se non si ristabilisce un saldo rapporto di fiducia tra i cittadini e lo Stato.

Sono certamente necessari e urgenti provvedimenti e atti di moralizzazion; occorreranno anche riforme incisive in campo istituzionale, ma quel che decide, e che ormai è indispensabile, è un cambiamento radicale nella guida politica del paese.
C'è una crisi evidente degli indirizzi, dei metodi, delle formule di governo che si sono imperniati sulla direzione della Dc. Appare illusoria, inadeguataalla gravità della situazione, e in particolare all'acurezza assunta dalla questione morale, la ricerca di soluzioni che si muovano nell'ambito dei partiti che negli ultimi decenni hanno governato l'Italia. Sarebbe d'altra parte irresponsabile e azzardato far precipitare la situazione verso una nuova consultazione elettorale anticipata, ipotesi che il Pci respinge. 
Il Pci è stato ed è in Italia una grande forza di opposizione democratica e costituzionale; ha dato sempre prova esemplare di corretezza politica e morale e di rigore nella lotta contro la corruzione. Bisogna decidersi a riconoscere, dunue, che nel momento in cui la Dc dimostra di non essere in grado di guidare il risanamento e ilo rinnovamento dello Stato, è al Pci che spetta oggettivamente di essere la forza promotrice e di maggior garanzia di un governo che esprima e raccolga le energie migliori della democrazia italiana,
uomini capaci e onesti dei vari partiti e anche al di fuori di essi. 

E' evidente il carattere di eccezionalità di una simile proposta, ma il punto a cui è giunta la crisi politica nel nostro paese e l'esigenza di salvezza della Repubblica richiedono il coraggio e la volontà di sperimentare una via nuova per avviare la realizzazione, in tempi determinati, nel pieno rispetto dell'ordinamento costituzionale e delle regole democratiche, di un programma di risanamento morale e di ricostruzione dell'organizzazione statale.
Il Pci, pur ritenendo che non si debbano creare vuoti di governo in un momento in cui è più che mai urgente l'opera di soccorso alle popolazioni dlle zone colpite dalla catastrofe sismica, sottopone la sua proposta di un nuovo governo alla discussione di tutti i cittadini e chiede alle forze politiche di esaminarla con la ponderazione necessaria e con la consapevolezza dei rischi che incombono sul regime democraticoe sui partiti che sono stati e sono il fondamento della Repubblica Italiana.

www.suburriccu.net  Copyrigt © 2020